Sede Autorità Portuale

Il progetto si contraddistingue per la chiarezza di assetto dell’ area in esame, in contrapposizione al contesto, estremamente eterogeneo per qualità e modalità di occupazione, definendone i margini in maniera chiara, pur piegando i disegni degli spazi alle esigenze formali e funzionali richieste.
L’intervento, nel rispetto dei vincoli e prescrizioni presenti nell’area, vuole influenzare e ridefinire un nuovo rapporto con le aree limitrofe caratterizzandosi per il fronte compatto sul viale e per l’abbassamento graduale e lo sfrangiamento verso il mare quasi fosse un’erosione razionalizzata; sottolinea inoltre il rapporto che caratterizza questa zona tra il paesaggio marino e la montagna, che si rilegge trasfigurato tra la montagna scavata dall’uomo nell’imponente teatro delle alte cave di marmo e le officine di lavorazione a valle.
L’immagine del “paesaggio” circostante dei cantieri navali, del porto, della gru, delle barriere frangiflutti degli edifici della città recente così apparentemente disomogenea ed episodica, offre al nostro intervento la possibilità di costituirne, per così dire, una sponda respingente e complementare.

con:
Studio Amati