Villino Liberty

La villa, il cui edificio padronale è integrato dalla presenza di un piccolo deposito esterno e da un giardino, presenta un nucleo originale risalente al primo ventennio del secolo scorso con facciate in stile “neoclassico” e due corpi aggiunti negli anni ’70 in seguito condonati, posti sul retro, fondamentalmente privi di caratteri architettonici di pregio; è evidente la non contemporaneità costruttiva e la non omogeneità stilistica di tale blocco con il nucleo originario della villa.

Il progetto di ristrutturazione, focalizzato principalmente sulle parti interne dell’edificio, prevede il recupero del sottotetto, il frazionamento in 4 unità, la demolizione del deposito esterno e la realizzazione di nuovi posti auto. In particolar modo il progetto è improntato a garantire l’accessibilità, la visibilità e l’adattabilità degli spazi ristrutturati n modo da renderli idonei alle necessità delle persone con ridotte capacità motorie e sensoriali, tramite l’esecuzione di lavori che salvaguardano i caratteri tipologici e architettonici caratteristici della villa; è inoltre prevista la demolizione della copertura a falde del corpo aggiunto sul fronte posteriore per la creazione di un terrazzo a servizio dell’unità del sottotetto. Per quanto riguarda gli esterni, il progetto riguarderà la realizzazione di nuovi posti auto, il frazionamento i due parti del giardino esistente e la risistemazione dell’area verde e del connettivo pedonale di accesso.