RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO CHIESA DI SANTA CROCE IN VALCANUTA

La chiesa di S. Croce, nel sito di Valcannuta, fu costruita nel 1795 da Francesco Maffei, Computista Generale delle Comunità dello Stato Pontificio, all’interno della sua villa suburbana, sulla Via Aurelia Nuova. L’edificio presenta significative qualità architettoniche che ne fanno una rara e qualificata testimonianza della prima architettura neoclassica romana. L’intervento ha per oggetto il restauro e la messa in sicurezza della Chiesa di Santa Croce in Valcannuta e degli annessi locali della Sagrestia e della Canonica. L’iniziativa ha l’obiettivo di inserirsi nella riqualificazione urbana di Roma, e di rivalutare una Chiesa testimone, lungo il tracciato della via Aurelia Nuova, della capacità delle preesistenze di dare spessore e qualità urbana anche alle zone degradate. Inoltre, viste le forti connotazioni neoclassiche del monumento, si riporterebbe nella scena urbana un’importante testimonianza storica e la sua rifunzionalizzazione potrebbe sopperire alla mancanza di servizi di quartiere in una zona caratterizzata anche da numerosi edifici residenziali. Il corpo di fabbrica principale della Chiesa presentava importanti lesioni passanti di rottura in corrispondenza delle facciate sud, ovest ed est. Il consolidamento delle murature è stato effettuato mediante operazioni di cuci e scuci sugli elementi murari lesionati, cercando di recuperare quanto più possibile gli elementi della muratura esistente.