Pontificio Collegio Filippino

Il progetto per il Pontificio Collegio Filippino è caratterizzato da una serie interventi distinti.
Il primo riguarda la nuova centrale termica (da 700 KW) e conseguente adattamento dell’ immobile alla normativa su sicurezza e antincendio, ricollocata all’ esterno dell’edificio.
Lo spazio lasciato libero dalla vecchia cisterna verrà inglobato dall’ampliamento della sala lettura al fine di creare un ambito ampio, libero da partizione interne ed articolato in quote di calpestio diversificate.
Il primo piano del Collegio è interessato invece da un intervento di ristrutturazione per ridistribuire e rendere più confortevoli le camere già esistenti, rinnovandole nelle finiture e dotandole di impianti più efficienti e conformi alla normativa vigente.

Collaboratori:
Ing. Alessandro Pirotta
Ing. Beniamino Nutile
Per. Ind. Piero Saraceni
Per. Ind. Pietro Lauri