Abitazioni Sociali e Sostenibili

Il progetto propone, in risposta alla logica dell’ enclaves monofunzionale alla base della nascita del Tiburtino III, azioni volte a ricostruire una continuità spaziale e funzionale tra l’area di progetto e il contesto, al fine di sostituire lo zooning con una forte mixitè, ad attutire la “grande scala” tramite il frazionamento in aree più piccole (le corti) e ad innescare nuovi corpi edilizi che aiutino a definire il carattere del parterre e creino degli ambiti spaziali maggiormente definiti come spazi pubblici per la socializzazione e l’incontro; a tal fine grande importanza viene data alla progettazione dello spazio pubblico quale elemento principale della riqualificazione dell’insediamento urbano, luogo primario della socializzazione, dell’ identità della comunità e del luogo

Collaboratori:
A. Calò
P. Liguori
M. Pietrolucci
P. Pietrolucci
M. Sibilla